Esclusivamente calcistico

Europei di calcio 2012: le prime partite del campionato

Tutti i i risultati delle prime giornate

Venerdì sono iniziati gli Europei di calcio 2012 che si disputano in Polonia e Ucraina. Questi primi 3 giorni di sfide hanno riservato un buon numero di gol, qualche sorpresa ma anche un livello di gioco non da disdegnare.

Venerdì 8 giugno ha aperto la rassegna la sfida fra i padroni di casa della Polonia cui si frapponeva la Grecia. Il match ha mantenuto le aspettative di equilibrio nel gioco, che si è rispecchiato nel risultato di 1-1 finale: meglio la Polonia nel primo tempo (gol di Lewandowski), nel secondo esce fuori la Grecia che pareggia con Salpingidis e sbaglia un rigore con Karagounis. Espulsi Papastathopoulos e Szczesny.

La Russia invece ha fatto, come da pronostico, un sol boccone della Repubblica Ceca: 4-1 il finale (doppietta di Dzagoev, Shirokov e Pavlyuchenko per i russi, Pilar per i cechi), frutto di un gioco brillante ed efficace di cui, addirittura, non si è ancora visto il pieno potenziale.

La giornata di sabato 9 giugno ha riservato la prima, clamorosa, sorpresa. La Danimarca inserita nel gruppo di ferro dell’Europeo insieme con Portogallo, Olanda e Germania, è stata capace di battere gli Orange vice-campioni del mondo per 1-0. L’Olanda per la verità non ha giocato il suo miglior calcio: lenta, molto leziosa e sciupona in avanti, nel finale addirittura caotica è stata punita dal gol di Krohn-Delhi a metà del primo tempo. L’altro match del girone vedeva affrontarsi Germania e Portogallo, con i tedeschi che l’hanno spuntata con un gol di Gomez nella ripresa. La partita è stata giocata a viso aperto dalle due squadre, che hanno dato vita a un confronto emozionante ed equilibrato.

Il programma della domenica è stato aperto dal match tra Spagna e Italia. Il finale di 1-1 rispecchia una gara equilibrata, dove l’Italia si è difesa strenuamente, non rinunciando però ad affondi pericolosi e improvvisi, e la Spagna ha dato sfoggio della sua grande proprietà di palleggio e fraseggio negli spazi stretti.

Ha chiuso il programma Croazia-Irlanda, finita 3-1 per gli slavi che hanno dominato tecnicamente l’incontro. Una brutta partenza per il Trap che con la Spagna si gioca già la permanenza in riva al Baltico.

 



Lascia un Commento

*