Esclusivamente calcistico

Serie A, le pagelle della diciannovesima giornata

Serie A, le pagelle della diciannovesima giornata

Promossi su tutti Cavani, Icardi, Perin e Di Natale

Ultima giornata del girone d’andata del campionato di serie A e i protagonisti sono obbligati: d’altronde i risultati hanno mandato in paradiso Lazio e Napoli e all’inferno Juventus, Inter, Fiorentina e Roma, con il Milan che guadagna quota e Sampdoria e Pescara che indossano le vesti di cenerentole di lusso. Ecco le pagelle di serie A, con i migliori di giornata in evidenza.

Voto 8.5 a Edinson Cavani, che quando trova le squadre romane sulla sua strada vede rosso come un toro. Tripletta alla Roma da centravanti vero e Napoli che si isola al terzo posto in classifica. Voto 8 al sampdoriano Icardi, che con la sua doppietta mette la firma sull’impresa blucerchiata allo Juventus Stadium. Un giovane straordinario, aveva puntato i piedi perchè voleva aggregarsi alla nazionale giovanile argentina per partecipare al campionato sudamericano Under 20, ma la Serie A sembra già una vetrina a lui più adeguata.

Voto 7.5 a Mattia Perin, che con le sue straordinarie parate ha permesso al Pescara di Cristiano Bergodi di passare sul campo della temibilissima Fiorentina: di lui dicono già che può diventare l’erede di Buffon, nel frattempo si conferma come il più promettente estremo difensore di tutto il campionato di Serie A.

7.5 anche ad Antonio Di Natale, intramontabile bomber dell’Udinese che con le sue giocate ha demolito un’Inter apparsa svagata e disattenta in difesa. Voto 7 ad Antonio Candreva, che Pagelle serie A subentra dalla panchina con la Lazio sotto di un gol contro il Cagliari e cambia volto alla sua squadra. Prima propizia il corner che porta il pareggio firmato da Konko, quindi trasforma il pur contestato rigore della vittoria, mettendo in cassaforte tre punti che blindano il secondo posto della formazione allenata da Vladimir Petkovic e aggiungendo pepe al campionato di Serie A con la Lazio al momento a -5 dalla Juventus. Voto 6.5 a Bojan Krkic, brevilineo frizzante che parte dalla panchina e di testa, di certo non la sua specialità, sblocca il risultato per il Milan in un match contro il Siena che stava prendendo una piega molto antipatica per i rossoneri. L’ex Barcellona si conferma alternativa preziosa per la squadra di Allegri che torna a coltivare ambizioni di qualificazione in Champions League.

Infine, voto 10 all’iniziativa antirazzista del Milan: dopo il caso-Boateng, la risposta migliore per isolare gli incivili negli stadi.

 



Lascia un Commento

*