Esclusivamente calcistico

Pescara calcio: la storia

Le evoluzioni della squadra attualmente seconda nel campionato di serie B

Il Pescara calcio, altrimenti detto Delfino Pescara, è una squadra Abruzzese nata nel 1936. Ha disputato cinque campionati di Serie A (1977/78, 1979/80, 1987/88, 1988/89, 1992/93) e trentatré campionati di Serie B vincendone uno, è l’unica squadra di calcio abruzzese ad essere riuscita ad arrivare nella serie regina e ha una storia di tutto rispetto.

La squadra milita in serie B per circa 10 anni, poi un brusco declino la porta in serie C. Ma il Pescara torna in seguito a far sognare i propri tifosi risalendo con velocità da una serie all’altra e giungendo in serie A con l’allenatore Galeone, in una vittoria che rimarrà nella mente dei tifosi per sempre.

Dopo il campionato in serie A la squadra comincia una serie di alti e bassi che la porta al lento declino, fino al fallimento nel 2008, a questo punto la società è allo sbando e viene acquistata da Giuseppe De Cecco e Deborah Caldora, figlia di Armando, storico presidente della squadra quando per la prima volta fu promossa in Serie A e viene rinominata Delfino Pescara in onore ad Angelo Delfino.

In poco tempo la squadra comincia a girare come si deve, la nuova gestione societaria crede nel grande progetto di far tornare il Pescara calcio agli splendori di un tempo. Infatti raggiunta la serie B il team prende Zeman come allenatore e diventa la rivelazione della serie cadetta del campionato 2011 – 2012.

Zeman ha fatto un grande lavoro con i giocatori che aveva a disposizione, creando collaborazione e armonia nello spogliatoio, così il Pescara si trova ora ad un punto solo dalla capolista Torino e sembra procedere spedita verso una fine di campionato stellare.

In difesa la squadra è solida, può contare sulle parate di Ragni, un nome una garanzia e su difensori come Zanon, Capuano, Soddimo e Romagnoli, a centrocampo Cascione, Verratti, Nielsen e Togni creano un buon muro per spezzare il gioco avversario e riescono a far arrivare un buon numero di palloni all’arma principale del Pescara. In attacco troviamo Immobile (21 reti per lui solo in questo campionato) e Insigne, che nelle ultime partite ha trascinato la squadra e ha fatto ottenere le vittorie che hanno portato i Delfini a 58 punti in classifica.

Zeman dal canto suo non è mai contento, sprona la squadra a migliorarsi sempre di più perchè ora più che mai crede nella possibilità di riportare dopo 20 anni il Pescara in serie A e ai microfoni dei giornalisti afferma: “Stiamo giocando bene, ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra, ben concentrati per realizzare il nostro sogno e quello di tutti i nostri tifosi”.



Lascia un Commento

*