Esclusivamente calcistico

Pato sempre meno rossonero?

Comincia oggi la sessione invernale del calciomercato che, mai come quest’anno, si preannuncia ricco di sorprese e portatore di grosse novità, con il probabile coinvolgimento di nomi di prima fascia. 
Nonostante l’apertura ufficiale sia oggi tanti accordi sono già stati conclusi e tante trattative sono già state imbastite.

Fra i nomi di spicco figura sicuramente quello dell’attaccante brasiliano Pato, il quale, a detta di molti, sembra vicino a concludere la propria carriera al Milan. 
Nei giorni scorsi l’attaccante si era lasciato andare a uno sfogo che sa tanto di rottura, arrivando a lamentarsi sui giornali del fatto di non avere più un dialogo con Allegri. Il “papero” ultimamente trova poco spazio nella formazione rossonera, complici i molteplici infortuni, ma anche le gerarchie ormai stabilite dal mister rossonero, il quale sembra preferire il maggior spirito di sacrificio di Robinho alle capacità realizzative di Pato. 
In casa Milan non hanno preso bene le parole del giocatore, ma come da consuetudine hanno gettato acqua sul fuoco ridimensionandone il peso e sostenendo che l’attaccante è un valore assoluto per la società.

Lo stesso Allegri ha recentemente confermato di puntare molto su Pato e che è sicuro resterà al Milan ancora molti anni. 
Nonostante le dichiarazioni di facciata non è così improbabile che il giocatore brasiliano cambi squadra già a gennaio e questa eventualità sta prendendo corpo nelle ultime ore grazie al forte interessamento del Paris Saint Germain. L’arrivo di Ancelotti alla guida della squadra francese rafforza l’ipotesi; non è un mistero la stima fra i due e proprio con l’allenatore italiano alla guida del Milan, Pato ha vissuto le sue stagioni migliori e timbrato il suo esordio in serie A a soli 18 anni.


Un altro fattore che potrebbe influenzare la partenza di Pato e l’eventuale arrivo di Tevez al Milan. E’ ormai noto che l’amministratore delegato Galliani sta lavorando da tempo per raggiungere l’obiettivo e, nonostante le resistenze del Manchester City, l’affare potrebbe andare in porto anche per la ferrea volontà del giocatore di vestire la casacca rossonera. Nel caso arrivi Tevez lo spazio per Pato si ridurrebbe ulteriormente, quindi, e la sua partenza per Parigi apparrebbe quasi scontata, anche per la necessità che avrebbe il Milan di monetizzare.

Una situazione delicata quindi, e resa ancora più complicata, se non addirittura imbarazzante, per il rapporto sentimentale che da mesi lega l’attaccante brasiliano a Barbara Berlusconi, figlia dell’ex Premier, ma soprattutto attuale vicepresidente del Milan. Il conflitto di interessi appare evidente, ma forse la possibilità di vivere questa storia senza ripercussioni o pressioni potrebbe essere un ulteriore motivo per spingere Pato a lasciare Milanello.



Lascia un Commento

*