Esclusivamente calcistico

I migliori difensori della serie A 2012

Prestazioni al top e continuità per i pilastri delle difese di serie A

Mancano ancora 11 giornate alla fine del campionato italiano di seria A ma già a questo punto della stagione possiamo stillare una classifica dei migliori difensori che finora si sono maggiormente distinti per qualità e livello di prestazioni.

Scoprite nella nostra fotogallery i migliori difensori della serie A 2012.

Barzagli: anche se momentaneamente fuori squadra per infortunio al polpaccio, il centrale juventino rimane uno dei più forti difensori della serie A se non il migliore. Con i suoi interventi ha spesso salvato la porta juventina dando un forte contributo per l’ottima stagione della Juventus. Pienamente meritata la convocazione in nazionale.

Thiago Silva: è un muro insuperabile per gli attaccanti avversari. L’allenatore in seconda del Milan, Mauro Tassotti, lo ha addirittura paragonato al mitico Franco Baresi. Veloce capace di anticipare l’avversario, insieme a Nesta è riuscito ad arginare qualsiasi attacco. Imperioso negli stacchi aerei, ha anche segnato due reti in questo campionato.

Nagatomo: dopo Nakata è forse il più talentuoso giocatore nipponico mai arrivato in Italia. Prima a Cesena e poi all’Inter ha dimostrato di essere un terzino molto veloce e prezioso tatticamente. Ambidestro, riesce a giocare indifferentemente sia sulla fascia destra che sulla sinistra ed è famoso per le sue discese offensive. E’ riuscito anche a segnare due reti in questo campionato.

Danilo: il difensore dell’Udinese nella sua prima stagione italiana ha dato dimostrazione di grande concretezza difensiva riuscendo a spiccare tra i colleghi della difesa della squadra di Guidolin. E’ stato paragonato a Thiago Silva per caratteristiche fisiche e modalità di gioco e diverse big del calcio nostrano, in primis Milan e Roma, si stanno muovendo per un eventuale prossimo acquisto.

Lichtsteiner: il difensore è arrivato quest’anno alla Juventus dopo la rescissione del contratto con la Lazio e ha subito fatto vedere di che pasta è fatto. Due reti in 26 presenze, una spiccata propensione a salire per impostare anche la fase offensiva del gioco e una media prestazionale molto alta. Secondo le pagelle della Gazzetta è attualmente il quarto miglior difensore della serie A.



Lascia un Commento

*