Esclusivamente calcistico

Lorenzo Insigne come del Piero e il Pescara vola

La storia del giovanissimo talento che sta trascinando il Pescara calcio

Lorenzo Insigne detto il Magnifico è un giocatore del Napoli, attualmente in prestito al Pescara. Questa piccola promessa del calcio nostrano sta letteralmente trascinando la sua squadra verso la storica promozione in seria A: con undici reti in venticinque presenze stagionali è il miglior marcatore del Pescara, che grazie anche al suo apporto sta lottando per la prima posizione nel campionato di serie B.

Nato il 4 Giugno 1991 e cresciuto nel settore giovanile del Napoli calcio, Insigne compie il suo esordio in serie A nel 2010 giocando i minuti finali di Napoli-Livorno. Nel Giugno dello stesso anno passa in prestito alla Cavese dove comincia a fare bella mostra delle sue doti di attaccante nelle 10 presenze pur senza andare mai in gol. Ma il talento c’è e si vede.

Nel Luglio del 2010 passa nuovamente in prestito al Foggia allenato da Zdenek Zeman. E’ proprio l’allenatore, vecchia volpe del calcio italiano con un fiuto naturale per i giovani talenti, a dare fiducia al ragazzo appena ventenne e ad inserirlo nella formazione titolare del Foggia come ala sinistra del reparto d’attacco.

La fiducia dell’allenatore serbo viene ripagata in pieno: Insigne impressiona da subito con le sue prestazioni vincenti e in particolare con le sue capacità sottoporta. Saranno 19 le reti segnate con la maglia del Foggia su 37 presenze stagionali: una media molto alta anche per un attaccante navigato ed esperto, che varrà al giovanissimo Insigne la convocazione nella Nazionale under 20 con la quale disputerà tre match.

Trequartista molto veloce, Insigne è dotto di una grande fantasia e di una stupefacente abilità nei dribbling. Viene spesso paragonato a Sebastian Giovinco, altro giovane talento del calcio nostrano in forza al Parma, per le sue caratteristiche tecnico-fisiche, anche se Insigne è un attaccante puro, molto meno adatto a ricoprire altri ruoli offensivi rispetto al giovane parmense, che fa delle sue capacità realizzative il suo punto di forza.

Unico limite nell’insieme delle qualità tecniche del giovane Insigne il fisico minuto. Grazie ai suoi 164 cm di altezza il talento, attualmente in forza al Pescara, riesce ad essere imprevedibile e a sgusciare velocissimo tra le maglie avversarie per dribblare e segnare con colpi d’alta scuola, ma d’altra parte negli scontri dove deve far valere il fisico, soprattutto sottoporta, deve ancora migliorare.

Proprio domenica scorsa Insigne ha regalato ai suoi tifosi l’ennesima, bellissima rete che ha decretato la vittoria del Pescara sul Cittadella; dribbling secco sul difensore e gran tiro a girare che si insacca al sette per l’undicesima rete stagionale.

Un vero capolavoro che è valso al giovane Insigne l’ennesimo paragone illustre, quello con Alex del Piero.



Lascia un Commento

*