Esclusivamente calcistico

Campionato di serie B: quali le squadre pretendenti alla promozione?

Il campionato di Serie B 2011/12 è ormai giunto al giro di boa visto che il prossimo 6 gennaio si giocherà il 21esimo turno che segna di fatto la fine del girone d’andata. Come ogni anno in questo periodo, dunque, è possibile tracciare un primo bilancio nel tentativo di stilare una sorta griglia delle più accreditate pretendenti alla promozione in Serie A sia diretta che tramite play – off.


Non c’è alcun dubbio che la formazione che più di tutte ha dimostrato in questa prima parte di stagione di meritare la promozione nella massima serie è il Torino che grazie all’avvento in panchina di Giampiero Ventura si è letteralmente trasformato rispetto a quello della precedente gestione. La squadra granata è dunque in pole position in ragione di un primato sinora mai in discussione e di una rosa di altissimo livello che annovera tra le proprie fila calciatori del calibro di Rolando Bianchi e del nazionale Angelo Ogbonna. Tuttavia dovrà dimostrare di aver superato il periodo di appannamento palesato prima della sosta natalizia durante il quale ha rimediato due sconfitte consecutive a Padova e Modena.

In virtù di una rosa decisamente attrezzata, altra grande favorita è il Padova di mister Dal Canto. L’attacco dei biancoscudati è probabilmente, almeno sulla carta, il migliore di tutto il campionato cadetto, basti pensare ai vari Succi, Cacia, Ruopolo senza dimenticare l’indiscusso talento di Cutolo. Il maggior punto interrogativo è posto sulla tenuta psicologica di un gruppo che era partito fortissimo, unico club capace di restare in scia al rullo compressore Torino nelle prime 10 giornate, ma che poi è andato sciogliendosi un po’ come neve al sole scivolando in classifica fino all’attuale quinto posto a ben 6 lunghezze dal primo posto, ma solo a 3 punti dalla promozione diretta.


Terzo incomodo per la promozione diretta e quanto meno in grado di centrare i play off è il Verona che grazie ad una incredibile striscia di 8 vittorie consecutive è riuscita a risalire fino al secondo posto. La squadra di Mandorlini ha dalla sua il grande vantaggio di non avere pressioni in quanto l’obiettivo della società era e rimane un campionato tranquillo e di assestamento visto che viene dalla promozione dalla Prima Divisione.

Molto impressionante è anche il rendimento del Sassuolo di Fulvio Pea. Una squadra partita con il profilo basso, ma che è stata capace prestazione su prestazione di ritagliarsi un importante spazio e vetrina in questa Serie B come d’altronde testimonia l’attuale terza piazza ad un solo punto dal Verona. Squadra molto solida e concreta capace di offrire lo stesso rendimento tanto in trasferta quanto in casa, prerogativa indispensabile per poter pensare di ambire alla promozione. Inoltre Pea ha a disposizione un organico molto competitivo che sta trovando in Gianluca Sansone un vero e proprio punto di riferimento insieme a Francesco Magnanelli, perno insostituibile del centrocampo neroverde.

Ultima pretendente è il Pescara delle meraviglie di Zedenek Zeman. Un’autentica macchina da gol e spettacolo come testimoniano le 41 reti messe a segno dai vari gioielli abruzzesi come Ciro Immobile, Lorenzo Insigne e il capitano Marco Sansovini. Praticamente imbattibile in casa dove ha colto ben 25 punti sui 30 disponibili troppo inconsistente in trasferta come d’altronde nella fase difensiva. Resta comunque una squadra da tener d’occhio soprattutto in ragione del fatto che solitamente le squadre di Zeman danno il meglio di se dalla seconda metà di febbraio in avanti.



Lascia un Commento