Esclusivamente calcistico

Giovinco: futuro nella Juventus o nell’Inter?

La Formica Atomica è pronta a tornare a Torino, magari con la maglia numero 10

Si rincorrono le voci circa il futuro di Sebastian Giovinco alla Juventus. Pare che l’operazione sia stata definita ieri a Milano sulla base di 11 milioni di euro, che corrispondono alla seconda metà del cartellino che la Juventus avrebbe riscattato dal Parma per riportare la Formica Atomica a Torino. Questa mattina sul quotidiano sportivo Tuttosport, vicino agli ambienti juventini, sono apparse le prime parole di Giovinco da giocatore della Juventus, che si dichiara entusiasta di questo passaggio e non vede l’ora di unirsi al gruppo juventino subito dopo la fine dell’avventura agli Europei 2012 in Polonia.

Tuttavia, l’Inter non ha mai smesso di cercare il giocatore, affondando pesanti colpi pur di portarlo all’ombra della Madonnina, ricevendo sempre la dura reazione da parte della Juventus, che ha accusato la società interista di comportamento antisportivo; Massimo Moratti in persona aveva raggiunto già un primo accordo con la società emiliana, per portare Giovinco all’Inter, promettendo in cambio numerosi giovani forti del vivaio, ma la Juventus si è opposto categoricamente. Qualche giorno fa la società bianconera ha lanciato una provocazione alla rivale neroazzurra, proponendo uno scambio tra Giovinco e Ranocchia, il forte difensore centrale che all’Inter non trova spazio ma che alla Juventus avrebbe la stima di Antonio Conte, suo grande estimatore.

La prospettiva di uno scambio di giocatori al momento non sembra fattibile, anche se gli scenari sono ancora tutti aperti, essendo il calciomercato in pieno svolgimento e Giovinco rappresenta uno degli uomini più ambiti sulla piazza.

La Formica Atomica alla Juventus potrebbe andare a prendere il posto che nello scacchiere era di Alex del Piero diventando così il top player della Juve. Con la partenza di pinturicchio il calciatore verrebbe impiegato come trequartista fantasista e potrebbe addirittura mettersi sulle spalle il pesantissimo numero 10.

L’Inter invece ha bisogno di ricostruire una squadra dopo i risultati non soddisfacenti degli ultimi anni e troverebbe in Giovinco un giocatore giovane, di talento, con caratteristiche tecniche e tattiche che in squadra manca e che farebbero molto comodo all’allenatore interista per dare più movimento e velocità alla sua squadra.

Per la Formica Atomica sarebbero due grandi palcoscenici in cui mostrare il suo talento una volta per tutte e in modo continuativo: continuità che nella precedente esperienza alla Juve è mancata ma che adesso gli è stata assicurata da dirigenti e allenatori.

 



Lascia un Commento

*