Esclusivamente calcistico

Beckham resta in America: rinnovato il contratto con i Los Angeles Galaxy

Erano tante le voci che circolavano attorno all’affaire Beckham: c’era chi lo dava in partenza direttamente per l’Inghilterra, per un ritorno in grande stile nella Premiere League a vestire di nuovo la maglia che l’ha reso celebre nel mondo calcistico, quella del Manchester United.
C’era chi invece lo voleva in Francia alla corte di Ancelotti e Leonardo – con i quali il campione aveva già avuto a che fare durante la sua breve militanza nel Milan – per rinforzare il reparto offensivo del Paris Saint German.

Giovedì invece è arrivato l’annuncio ufficiale: niente ritorno in Europa, Beckham rimarrà a Los Angeles e sarà ancora un punto di riferimento per i compagni del Galaxy. A confermarlo la firma di un contratto che lo lega alla squadra americana fino al dicembre 2013. ”Questa è stata una decisione importante per me”, ha assicurato il giocatore sul sito della squadra. “Ho ricevuto molte offerte di club di tutto il mondo, ma ancora ho la voglia di giocare negli Stati Uniti e vincere trofei con i Galaxy“.

Giunto nella squadra di Los Angeles nel 2007 dopo una lunga militanza nel Manchester United e nel Real Madrid, Beckham è stato uno degli artefici del ritorno in auge della formazione dei Galaxy che proprio grazie alle sue giocate e alle sue reti l’anno scorso è stata incoronata regina della Major Soccer League.
“È stato uno dei migliori giocatori di tutta l’ultima stagione di MLS e non avremmo potuto fare così bene senza di lui”, ha aggiunto il coach  Arena, chiaramente soddisfatto della decisione del campione.

Arrivato ormai alla soglia dei 37 anni Beckham è quindi tutt’altro che intenzionato ad appendere le scarpe al chiodo, ma ormai la sua carriera calcistica sembra destinata a concludersi in America:”Il calcio è in continua espansione negli Stati Uniti e voglio continuare a far parte di questa crescita. E poi la mia famiglia ed io ci siamo ambientati benissimo negli Stati Uniti e vogliamo restarci per molti altri anni” ha dichiarato.

Del resto, nel nuovo continente sembra andare tutto per il meglio per il fuoriclasse inglese: oltre al campionato vinto con i Galaxy, grazie a prestazioni convincenti e gol pesanti è riuscito a conquistare anche il titolo di campione della Major League Soccer.



Lascia un Commento